Castello di Monticello d'Alba nel Roero
Monticello d'Alba

Fantasmi nel castello

Si fa preso a dire c’era una volta… dal Roero arriva una storia di fantasmi attuali, dentro un castello vero e proprio, reale e visitabile a Monticello d’Alba. Una storia d’amore e vendetta, storia immaginata e chissà forse anche accaduta… che fa tremar le ginocchia e anche un po’… ridere!

Leggi Tutto »
Cantè j'euv
Roero

Cantè j’euv

La storia di una tradizione ritrovata verso la metà degli anni ’60 del Novecento. “Cantè j’euv” (Cantare le uova) è parte dei festeggiamenti pasquali di quasi tutti i paesi del Basso Piemonte e unisce socialità, musica e gusto.

Leggi Tutto »
Immagini storiche del carnevale di Monticello d’Alba
Monticello d'Alba

Risate con Vigio e Steo

Le battute e le avventure di quattro guerrieri della fantasia, le maschere originali del carnevale di Monticello d’Alba: Vigio Cobiabròpe, Steo Paracher, Ghita e Catlina sono ricostruite con l’aiuto di Elio Stona. Una breve storia d’ironia e folklore, con un pizzico di verità su come uomini e donne hanno vissuto nel Roero negli anni ’70 del Novecento, scossi da nuove idee, relazioni sociali e consumi.

Leggi Tutto »
Babi di Canale (rospi)
Canale

Babi dell’altro mondo

Canale fu teatro di un misterioso avvenimento nell’ultimo quarto dell’800. Il protagonista fu un rospo gigantesco. Il fatto suscitò curiosità e smarrimento in Piemonte e in mezza Italia. La vicenda è oggetto di racconti e ricerche intorno a cose che potremmo definire dell’altro mondo.

Leggi Tutto »
Babi di Canale (rospi)
Canale

Pais dij babi

Babi a Canale non è una parola come un’altra, infatti si dice che il paese sia il pais dij babi, dei rospi. Il soprannome dei canalesi è babi. La parola babi è un pezzetto di cultura del luogo ed ha scatenato l’immaginazione di intere generazioni alimentando storie e detti popolari.

Leggi Tutto »
Grande Carnevale di Monticello d’Alba
Monticello d'Alba

Gran Carlevé ‘d Muntisel

In dialetto si dice Gran Carlevé ‘d Muntisel, tradotto Grande Carnevale di Monticello, una festa popolare di successo, amata, frequentata, ricordata per i sapori, le risate, l’atmosfera, il folklore e l’originalità delle sue maschere storiche.

Leggi Tutto »
Falò delle maschere negli anni '70 e '80 a Montà
Montà

Falò delle maschere

Il carnevale di Montà negli anni ’70 e ’80 del Novecento terminava il martedì grasso con un magico falò delle maschere, nella piazza della vecchia parrocchiale, nella parte alta del paese, a Villa vicino al castello. A quel tempo il carnevale e la leva coincidevano e la festa popolare in maschera rimane nella memoria del Roero.

Leggi Tutto »
Sul tavolo dei suonatori di conchiglie di Castagnito un esemplare di Charonia forata, una conchiglia del Mediterraneo tramandata di generazione in generazione nel Roero.
Castagnito

Suonatori di conchiglie

Al risveglio della terra in primavera a Castagnito ogni anno durante la Settimana Santa i suonatori di conchiglie si ritrovano nel punto più in alto, a Castelverde, per custodire un’antica tradizione. Così si forma il paesaggio sonoro del Roero.

Leggi Tutto »
Il volto di Ernesto Troja, detto Bias, di Magliano Alfieri
Magliano Alfieri

Bias e l’orso

La storia di vita di Ernesto Troja, detto Bias. Durante il Carnevale interpretò il ruolo del domatore della tradizionale maschera dell’orso. Ed è noto per un’azione coraggiosa compiuta in vita.

Leggi Tutto »
La borgata si riunisce per la festa di san Michele davanti alla chiesa di san Michele in frazione Reala a Corneliano d’Alba
Corneliano d'Alba

Festa a San Michele

La frazione Reala di Corneliano d’Alba si ritrova ogni 29 settembre per la festa popolare e per celebrare un rito dedicato all’Arcangelo San Michele.

Leggi Tutto »