Signorina, lei è matta!

La mestra Domenica Trucco a Montà, nel Roero
Storie di famiglia del Roero. Domanica Trucco.

Domenica Trucco ha oggi 84 anni. Nelle foto sorride, è una ragazza del Roero nel dopoguerra. La maestra di Montà.

La mestra Domenica Trucco a Montà, nel Roero

Signorina, lei è matta!

La Direttrice di Bra approva la domanda di una donna del Roero. La ragazza chiede di lavorare come maestra al doposcuola, anche se ha già un altro impiego come maestra a tempo pieno, in un asilo gestito dalla Chiesa a Macellai, presso Pocapaglia. La direttrice firma la richiesta. Mette in agenda un sopralluogo, per andare a vedere con i suoi occhi quella determinazione senza fatica.
Signorina, lei è matta! – esclama, quando si incontrano, nel salone al piano terra dell’asilo. Come fa a guardare tutti questi bambini e andare anche a seguire i ragazzi del doposcuola? – chiede.

Le parole della Direttrice sembrano quasi una sgridata.

La ragazza sorride. Ha vent’anni. Indossa un abito semplice, bianco, ed è circondata da 35 bambini che salutano educatamente. Vive al piano di sopra dell’asilo e non vorrebbe vivere in nessun altro posto.

Sorride perché è riuscita a diplomarsi come maestra e non è stato facile. Ho fatto una vitaccia per arrivare qui – è solita dirsi.

Sorride perché ha studiato anche se i suoi genitori speravano in un destino diverso per lei, legato alla terra e alle abitudini della vita rurale del Roero del dopoguerra.

Sorride perché il concorso per l’abilitazione all’insegnamento è andato bene, anche se i punti in graduatoria – per avere un posto di ruolo – non sono sufficienti. Come potrebbe averli? È una giovane donna al suo primo impiego fuori casa.

Sorride perché al calar del sole, quando le colline del Roero abbassano il tono dei colori intensi di terra e cieli e le braccia dei contadini si fermano, riceve qualche volta un grazie. Da parte di quei genitori che sono arrivati tardi a prendere i loro bambini.

È arrivata all’asilo di Macellai perché il parroco cercava una cuoca.

La notizia viaggia di paese in paese, con il passaparola, e incontra il suo desiderio di lavorare come maestra. Non c’è da pensarci, accetta l’incarico di cuoca e si trasferisce nelle tre camerette al primo piano dell’asilo. 10.000 lire al mese più il mantenimento.

Alle quattro l’asilo dovrebbe chiudere, ma la cuoca lo tiene aperto ancora un po’. La maestra invece, che arriva da fuori, alle quattro scappa subito. Due più due fa quattro nel Roero. Di lì a poco il parroco le darà l’incarico di maestra e troverà un’altra cuoca.

Sorride perché i pomeriggi da maestra si riempiono di idee: spettacoli, canti, poesie, letture, pittura. Cultura che piace a tutto il paese e raccoglie fondi, per la Parrocchia. E la domenica i bambini cantano anche la messa.

Sorride perché i conti tornano quando fai quello che desideri. Ogni istante della vita vola come se avesse le quattro ali di un’ape regina.

La ragazza sorride alla domanda della direttrice. Perché la risposta è troppo semplice. Se faccio il doposcuola, mi danno 0,20 punti al mese. Un punto ogni 5 mesi. Il lavoro all’asilo non conta in graduatoria.

 


Domenica Trucco ha oggi 84 anni ed è una donna del Roero. Sorride anche mentre racconta questa storia. Ha fatto la rivoluzione gentile delle donne che hanno scelto il lavoro nel dopoguerra, stando sempre con i piedi per terra, come la sua cultura contadina le ha insegnato.


La sua vita di studentessa nella storia:

Volevo studiare

Come una giovane donna, di cui forse non avevate sentito parlare prima, abbatte le barriere culturali del suo tempo. Con il sorriso Domenica realizza il suo sogno di essere maestra, in un mondo in cui tutti lavoravano la terra. Una storia di vita quotidiana nel Roero.
PAROLE CHIAVE
LUOGO DELLA STORIA

DATA E LUOGO DEL RILEVAMENTO

R010, Giugno 2020, Montà

Roero Coast to Coast

per partecipare

segnala una storia

invia una mail alla Redazione