A tavola vicino alla rocca

Crutin della Trattoria della Rocca da José a Monteu Roero
Trattoria della Rocca da José a Monteu Roero

Foto d’epoca della Trattoria della Rocca da José: l’ingresso su via Umberto a Monteu Roero, il crutin e la terrazza.

Trattoria della Rocca da José a Monteu Roero negli anni '30 e '40 del Novecento
Terrazza della Trattoria della Rocca da José a Monteu Roero

A tavola vicino alla rocca

In via dell’attenzione, seduti a tavola, si vede fino a duecentocinquantamila anni fa. Chi è più sensibile riesce a scorgere Belzebù in persona che sorride stanco e fiero, al risveglio dalla notte dei tempi, del lavoro fatto per creare le rocche del Roero e magari dice “Buon Appetito!”.

L’affaccio del terrazzo di questo ristorante, in via Umberto a Monteu Roero, mette in moto una combustione interna: il desiderio di riempire il vuoto nello stomaco con buon cibo di paese con la tranquillità che gli scenari naturali mostrano.

Dietro la ringhiera si apre una gola naturale, un po’ come il famoso canyon di willy il coyote in cerca di Beep Beep, ma più ricco di fauna e flora, coperto da un mantello di mille tonalità di verde aggrappato a guglie e sporgenze dorate e sabbiose. Lo scenario è il risultato di un fenomeno geomorfologico che vede il Tanaro deviare il suo corso e “catturare” l’alveo di un altro fiume. Da quel momento ogni corso d’acqua del Roero ha scavato la terra con la testa e sconvolto le vallate formando un paesaggio di creste aride e soleggiate e calanchi umidi e ombreggiati.

L’interno del ristorante è lo specchio della storia umana del Roero, le vicende di due famiglie: Appendino, che per sessantasette anni ha condotto il ristorante e Magliano, titolari negli anni ’20 del Novecento. Oggi il locale si chiama Trattoria della Rocca da José, perché fino al 2019 il conduttore è stato Giuseppe Appendino, detto José, con la moglie Angela Borga, prima di loro in cucina ci fu mamma Laura. Un tempo il nome fu Osteria con alloggio e stallaggio: luogo della sosta di carretti, carozze e gente a cavallo dei secoli scorsi.

In un angolo della terrazza è una botte di rovere su cui qualcuno della famiglia Appendino ha curato vasi di aromi. Nel crutin sotterraneo bottiglie, barattoli, pentole e altri contenitori di rame. Il crutin è una caverna scavata dall’uomo nella terra, sotto le case, per conservare il cibo grazie a bassa temperatura e in situazione di umidità costante. Il crutin fu sfruttato in tempi di guerra come nascondiglio, ma questa è un’altra storia. Qui a Monteu la terra, oltre a nutrire alberi, cespugli, ortaggi e lunghi filari di vite, ha dato alle famiglie un posto con le condizioni perfette per conservare e far maturare il cibo (e per proteggersi). Forse la capacità della gente del Roero di tenere tutto, far funzionare ancora le cose antiche e non sprecare, viene proprio da questo dono della terra e ne è la restituzione.

Tante generazioni, tanti oggetti, tante ricette e ricordi rendono speciale la trattoria. Qui si ritrovava il paese per giocare a carte, a merenda (oggi diciamo apericena) e per commentare la televisione con la Gazzosa in mano. Andavano forte i piatti della cucina tradizionale preparati da Laura: le acciughe e il merluzzo al verde, il fritto misto che un tempo si faceva con gli avanzi delle verdure e della carne per non sprecare niente, il peperone con la bagna caöda, le tinche in carpione, la finanziera, i tajarin che sono diventati il piatto del ristorante.

 

Qualche volta Laura serviva anche il potàge, ma questa è un’altra storia che potete leggere qui: (LINK Potàge dei cuochi).

 

Oggi la Trattoria della Rocca da José in via Umberto I n. 13 a Monteu Roero ha una nuova gestione dal 2019, la storia di una nuova famiglia.


 

Si ringraziano Giuseppe Appendino e Angela Borga per la testimonianza e le immagini fornite.

La storia di un paesaggio, di una tavola e di una famiglia del Roero. L’affaccio del terrazzo di questo ristorante mette in moto una combustione interna: il desiderio di riempire il vuoto nello stomaco con buon cibo di paese con la tranquillità che gli scenari naturali mostrano.
PAROLE CHIAVE
LUOGO DELLA STORIA

Trattoria della Rocca da José

DATA E LUOGO DEL RILEVAMENTO

R029, 20 marzo 2021, S. Stefano Roero

Roero Coast to Coast

per partecipare

segnala una storia

invia una mail alla Redazione