La ricerca di Eva

la ricerca di Eva

Sabrina Barrera

2020
200 x 110 x 40 cm
Plexiglas, tavola in legno, acrilici, marker, smalti
Fotografia di proprietà del Museo Diocesano di Alba

Nel teatro dell’inevitabile, Eva è stata scelta per essere la trasgreditrice universale. Questa mela dorata è l’inizio del viaggio verso la libertà ma anche verso i sentimenti più reconditi, la vergogna, la paura o l’imbarazzo.

Così si spoglia per essere vera e senza più vergogna. Ma il viaggio interiore porta anche la malinconia e il disorientamento. Non c’è più la colpa, ma la riconnessione con quel sé contorto ed un istinto represso e inquieto.

Così il viaggio di Eva è il viaggio dell’artista e del momento attuale: la dualità dell’anima e sentimenti contrastanti ma tutti autentici.


Sabrina Barrera

biografia dell’artista Sabrina Barrera

Torino 1989. Ha studiato Architettura a Torino. La sua ricerca artistica verte sulla sperimentazione continua, ponendo particolare interesse per l’esplorazione dell’anima, dell’autenticità e della figura femminile. Il viaggiare nel mondo e l’esplorazione interiore sono il filo conduttore di tutte le sue osservazioni e la continua scoperta di materiali e tecniche.


Il sito archivia cookie per offrire un servizio più personalizzato. Sono d'accordo Continua

Privacy & Cookies Policy