RODELLO ARTE e i suoi nuovi artisti

di Elisa Pera

Sabato 22 e domenica 23 febbraio 2020 l’esperienza di residenza artistica nelle Langhe

La Fondazione Museo Diocesano di Alba, l’Associazione Colline e Culture ed il Comune di Rodello propongono la quarta edizione del progetto “Rodello Arte” che ha come obiettivo la produzione di opere d’arte contemporanea dedicate al tema del sacro e del viaggio. L’iniziativa, nata nel 2017, ha sinora raccolto intorno a sé trenta artisti provenienti da diverse parti d’Italia e d’Europa e afferenti a discipline artistiche differenti, sviluppando nel corso del primo biennio il rapporto tra il sacro e la terra, e nel corso del secondo quello del sacro e del viaggio. Il progetto è promosso grazie al contributo della Fondazione Santi Lorenzo e Teobaldo e dal Comune di Rodello (CN).

L’esperienza artistica di RODELLO ARTE ha visto protagonisti 9 nuovi artisti provenienti da diverse regioni italiane. Astegiano Roberta, Barrera Sabrina, Caliendo Margherita, Crescioli Chiara, Larosa Nadia, Prelato Enrico, Raya Mara, Sanna Edi, Semeraro Francesca.

In virtù dell’importanza che viene data al confronto e allo scambio umano, il progetto investe energie e risorse su due giornate di formazione che, anche quest’anno, si sono svolte a Rodello in forma residenziale sabato 22 e domenica 23 febbraio 2020. Una full immersion con momenti di team building, incontri e testimonianze, guidate da formatori con skills e approcci multidisciplinari. Rodello Arte è un momento di incontro per gli artisti, un’esperienza immersiva che offre loro gli spunti per ampliare, insieme a formatori specializzati, il tema dell’arte sacra e dell’arte religiosa e del viaggio.

L’esperienza residenziale ha permesso agli artisti di incontrare la comunità di Rodello che a partire dagli anni ’60 del Novecento aveva visto ospitare nel piccolo centro di Langa un seminario sperimentale cui aderirono giovani artisti in cerca di spazi adatti a far pittura. Dal 1964 Piero Ruggeri, Giorgio Ramella, Bruno Sandri, Beppe Morino sotto la guida di Enrico Paulucci, lavorarono qui a Rodello sul tema dell’arte religiosa con tecniche e stile contemporanei presso la Chiesa dell’Immacolata, oggi sede del Museo di arte moderna e religiosa “Dedalo Montali”. Ogni anno le opere prodotte dagli artisti vengono ospitate per una mostra temporanea proprio presso questa sede suggestiva e ricca di storia.

LA MOSTRA CON LE NUOVE OPERE

A partire dal 9 maggio la mostra “Il Sacro e il Viaggio” ha cominciato a vivere on line. Durante il particolare momento della quarantena molti musei e mostre si sono reinventati comunicando con il pubblico attraverso strumenti alternativi pertanto la mostra ha aperto inizialmente le sue porte presentando le opere con webinair, incontri virtuali, dirette social e proseguendo, da giugno con le consuete aperture in presenza dalla chiesa dell’Immacolata dove ha sede del Museo d’arte moderna e religiosa “Dedalo Montali” a cura dei volontari dell’Associazione “Volontari per l’arte”.

Per info: rodelloarte@gmail.com

I racconti condivisi dalla comunità sull’esperienza vissuta da Rodello nelle anni ’60

You may also like

Il sito archivia cookie per offrire un servizio più personalizzato. Sono d'accordo Continua

Privacy & Cookies Policy